Brontosauro, che scoperta in Argentina: c’è un nuovo parente!

0
25

Importantissima scoperta relativa al mondo dei dinosauri in Argentina. Infatti, in terra sudamericana è stato scoperto un nuovo parente del brontosauro.

Si tratta di una creatura che apparteneva al grande gruppo dei sauropodi, ovvero quei dinosauri erbivori che avevano due caratteristiche che spiccavano sopra ogni altra cosa: le enormi dimensioni con un collo estremamente lungo e il fatto di essere degli erbivori.

Un gruppo di ricercatori, infatti, ha rivenuto una serie di fossili che erano legati a tre dinosauri di questo nuovo parente del brontosauro, due giovani e un adulto.

Alzi la mano chi non conosce il brontosauro. È, senza ombra di dubbio, uno di quei dinosauri che rimangono più facilmente impressi nella memoria collettiva per via delle caratteristiche distintive che abbiamo appena elencato. Ebbene, la scoperta è di quelle veramente importanti.

brontosauri

In Argentina un gruppo di ricercatori, infatti, ha scoperto l’esistenza di una nuova specie parente del brontosauro che fino a questo momento non era conosciuta.

Si tratta di una scoperta davvero molto affascinante, che è stata comunicata in via ufficiale da parte dell’Università Nazionale di La Matanza, grazie al grandissimo lavoro che è stato messo in atto da parte di un gruppo di ricercatori argentini e spagnoli.

Brontosauro, aveva un altro parente 110 milioni di anni fa?

I paleontologi sono riusciti a ritrovare dei resti di un esemplare adulto, così come varie ossa di ben due esemplari dall’età decisamente inferiore. Tutti gli indizi hanno portato ad una sola conclusione: ovvero, che 110 milioni di anni fa sul nostro pianeta vive un altro dinosauro di cui fino ad ora non si conosceva neppure l’esistenza.

I risultati di questo importante studio hanno poi trovato spazio sulla nota rivista scientifica Acta Palaeontologica Polonica. Quello che ha fatto veramente sobbalzare e lasciare con gli occhi sgranati un po’ tutti i ricercatori è stata la zona in cui si sono verificati i ritrovamenti, nel bel mezzo dell’Argentina.

Infatti, è un luogo davvero desertico, in cui non ci sono mai state particolari testimonianze della presenza di dinosauri.

Un ritrovamento in una zona desertica

Per il momento, questa nuova specie di dinosauro che è stata rivenuta in Argentina è già stata ribattezzata con il nome di Lavocatisaurus agrioensis.

Si tratta di una specie che dovrebbe far parte della categoria dei sauropodi. In poche parole, si tratta di quadrupedi che presentano come caratteristiche peculiari la notevole lunghezza sia del collo che della coda, mentre la testa aveva sempre delle dimensioni estremamente ridotte.

Si tratta di una famiglia a cui appartiene anche un dinosauro particolarmente noto e famoso come il brontosauro: all’interno di tale categoria, per chi non lo sapesse, sono inclusi probabilmente i dinosauri più grandi che siano mai apparsi sulla faccia della Terra.

Infatti, erano in grado di arrivare ad un’altezza anche pari a 34 metri. I fossili che sono stati oggetto del ritrovamento da parte del gruppo di ricercatori, si riferisce come detto a tre dinosauri che hanno portato a sentenziare come sarebbe esistita anche una taglia media che non era mai stata individuata in precedenza.

Infatti, i fossili fanno pensare ad una specie adulta in grado di raggiungere un’altezza pari a circa 12 metri, mentre i due esemplari più piccoli sarebbero stati alti circa 7 metri.

Ricostruzione quasi completa del sauropode in questione

Un ritrovamento fortunato per il gruppo di ricercatori, soprattutto per via del fatto che è stato possibile effettuare la ricostruzione quasi completa di diverse parti del sauropode, nello specifico soprattutto del cranio, dal momento che sono stati rivenuti elementi importantissimi, come la mandibola, tanti denti, il grugno e le ossa che formano le orbite degli occhi.

A proposito di dinosauri, lo sapete che su NetBet ci sono tantissimi giochi da casino in cui i protagonisti delle ambientazioni sono proprio dei dinosauri o, comunque, degli animali? Non perdete l’occasione di provarli e divertirvi almeno per una volta!

CONDIVIDI
Articolo precedenteVisite guidate e gite scolastiche
La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here